Articoli marcati con tag ‘zafferano’

Risotto alla zucca

Risotto alla zucca

La preparazione della zucca.

Il risotto alla zucca ha un gusto delicatissimo. Quando mi sento appesantita e non ho voglia di grossi piatti elaborati e pesanti, il risotto con la zucca è una delle opzioni alle quali rivolgo la mia attenzione. Non è difficile da preparare e in 30 minuti avrete un primo piatto veramente buono. Il suo gusto dolce e delicato, poi, lo rende particolarmente appropriato anche per le mie bambine, che lo spazzolano senza colpo ferire!

Leggi il resto di questo articolo »

Risotto alla milanese

Risotto allo zafferano1

Il mio risotto allo zafferano! Questa è la porzione che si mangia Maria :)

Il risotto alla milanese è un piatto che mi fa tornare in mente le cene invernali della mia famiglia. Il risotto, in generale, era uno dei piatti preferiti di mio  padre, che chissà come riusciva a mangiarlo appena cucinato, nella migliore versione “lava fumante”. Quando ero piccolina ovviamente lo preparava mia madre, ma una volta cresciuta mi ricordo le innumerevoli volte che chiesi a mio padre “Papàààààààà, lo faccio il risottooooooo?” (Urlavo anche se ero nella camera accanto). La sua risposta, ovviamente, era sempre “SI”. Il risotto alla milanese, adesso che sono cresciuta, è invece il risotto preferito della più grande delle mie figlie :) Quindi, il destino pare mi abbia legato a doppio filo a questo tipo di risotto!

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 g di riso carnaroli;
  • 70 g di burro;
  • 1 pezzetto di cipolla;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco;
  • 1 litro e mezzo di brodo( io uso il brodo classico pronto);
  • 1 bustina di zafferano;
  • parmigiano grattugiato q.b.

Preparazione:

Facciamo rosolare a fuoco lento in una pentola antiaderente metà del burro e la cipolla tritata fine.

Aggiungiamo il vino, mescoliamo e, quando sarà evaporato in parte, aggiungiamo il riso.

Lasciamolo insaporire per qualche minuto mescolando, poi uniamo lo zafferano e il brodo bollente un po’ alla volta, mescolando di tanto in tanto.Non appena il brodo si sarà asciugato, aggiungiamone subito dell’altro per far andare avanti la cottura.

Lasciamo cuocere a fuoco vivo e, quando il riso sarà cotto, aggiungiamo il burro rimanente e il formaggio grattugiato.

Impiattiamolo quindi nei singoli piatti.

Il mio consiglio umilissimo è quello di mangiare il risotto alla milanese non troppo caldo, altrimenti sarà difficile apprezzarne il gusto ;)

Variazioni per il risotto allo zafferano:

  1. Io l’ho provato e per questo ve lo consiglio: aggiungete la pancetta affumicata ;)

 

Gnocchetti alla campidanese

Gnocchetti alla campidanese

La foto è bellissima ma non è mia. L’ho scelta da internet perché, oltre agli gnocchetti, c’è pure il civraxu (tipico pane sardo) e il pecorino sardo!

Gli gnocchetti alla campidanese sono un piatto tipico della mia terra, la Sardegna. Potrei dilungarmi in mille parole per descriverne il profumo, il sapore e i colori, ma la cosa vera è che lo si deve assaggiare per capirlo. Se non fosse che ancora nutro un pochino di amore per me stessa, mangerei gnocchetti alla campidanese a pranzo e a cena tutti i giorni senza rischiare di stancarmi mai. Certo, tutta questa quantità di carboidrati mi ucciderebbe, ma di sicuro morirei felice. Se devo parlare di un piatto, in assoluto, che nelle mie preferenze tra tutti i primi piatti sta in cima alla classifica, beh, è un piatto di gnocchetti. Li ho sempre adorati fin da bambina, ne ho sempre mangiato quantità esorbitanti ogni volta che mia madre li preparava, ma all’epoca la mia attività fisica era ben’altra, grazie alle ore ed ore di allenamento di pallavolo potevo permettermi dei piatti oversize, ora, purtroppo, mi devo contenere di più, ma questo non toglie il fatto che ogni volta che li preparo me li gusto con una gioia assurda. Siete pronti per entrare nel mondo a parte del quale questo piatto vi aprirà le porte?

Leggi il resto di questo articolo »

Seguiteci su
Calendario
aprile: 2019
L M M G V S D
« feb    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930