Spigola al cartoccio con fette di limone

Spigola al cartoccio con limone

La mia spigola pronta per essere messa nel forno

La spigola è un ottimo pesce di mare dalla carne bianca. Essendo sarda l’ho mangiato centinaia di migliaia di colte, eppure, chissà perché, mi sono resa conto che nel blog non esistono ricette con il pesce. Con i frutti di mare si, ma con il pesce no. Allora ho deciso di cominciare con la spigola al cartoccio con le fette di limone. Alle bambine il pesce al forno piace molto, quindi diciamo che è quasi l’unico modo in cui lo cucino, al cartoccio o meno, ma vista la decisione di aprire un blog di cucina, credo che questa potrà essere la scusa per sperimentare cotture e ricette differenti. Comunemente scelgo la spigola, sia per il buonissimo gusto della sua polpa bianca, sia perché le sue spine sono facilissime da individuare e da togliere. Inoltre e’ ricca di proteine e di omega 3, che riducono il colesterolo cattivo aiutando ad incrementare quello buono, che serve per proteggere cuore ed arterie Il fatto poi che abbia un basso contenuto di grassi la rende digeribilissima. Cucinarlo al cartoccio poi, da la possibilità alla sua carne di non perdere il gusto delicato e le sue proprietà. Comunque vada il pesce è uno di quegli alimenti che non dovrebbe mai mancare dalla nostra tavola. Sarebbe buona norma utilizzarlo almeno 3 volte alla settimana al posto della carne. Per qualche curiosità in più sulla spigola vi mando alla pagina di wikipedia.

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 spigola pulita da circa 1 kg di peso (o due da 1\2 kg);
  • 1 limone;
  • 4 pomodori pachino molto maturi;
  • aromi a piacere ( io metto menta, prezzemolo, erba cipollina e un pizzico di origano, ma chi vuole potrebbe mettere un pizzico di aglio macinato);
  • sale q. b.

Preparazione:

Se non ci siamo fatti pulire la spigola dovremo farlo noi, e benché questa sia un’operazione che non amo particolarmente a volte ho dovuto farmela da me. Prima di tutto laviamo la spigola sotto l’acqua corrente. Io non tolgo mai le pinne perché mi piace che il pesce rimanga il più intero possibile. Con un coltello passate la parte OPPOSTA alla lama sulla pelle del pesce, a partire dalla coda fino alla testa, un paio di volte, per togliere le squame. Ripetiamo l’operazione da ambo le parti. Laviamo di nuovo il pesce. Adesso con un coltello affilato pratichiamo un incisione nella pancia del pesce, per togliere gli organi interni. Io tolgo anche la pelle scura che ci trovo solitamente, ma questo non è obbligatorio farlo. Il mio consiglio è di portare avanti queste operazioni con l’ausilio di un bel paio di guanti in lattice.

Laviamo adesso bene la spigola e facciamola sgocciolare.

Mentre perde l’acqua laviamo i pomodorini, tagliamoli in 4 e mettiamoli da parte, insieme al succo.

Laviamo il limone e tagliamolo a fettine. Teniamo da parte anche lui.

Prendiamo la carta stagnola e tagliamo un bel pezzo rettangolare che possa contenere la spigola e ricoprirla bene.

Adagiamo la spigola sulla carta stagnola, nella fessura della pancia mettiamoci pomodorini e aromi, quelli che preferiamo, insieme a 2 fettine di limone. Io nella pancia non metto il sale.

Nella parte superiore della spigola spolveriamo ancora con le erbe e, questa volta, con il sale. Disponiamo le fette di limone, versiamo il succo di pomodoro che avevamo tenuto da parte quando lo abbiamo tagliato, chiudiamo la carta stagnola in modo che non possa uscire nulla e mettiamo a cuocere in forno, a 180° per circa 30 minuti.

Una volta cotto io lo servo direttamente nella stagnola in un grosso piatto da portata, voi sbizzarritevi pure con la fantasia :)

spigola al limone al cartoccio

Ed ecco la mia spigola pronta per essere pulita e mangiata :)

I Commenti sono chiusi

Seguiteci su
Calendario
maggio: 2019
L M M G V S D
« feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031