Spaghetti allo scoglio (o ai frutti di mare)

Spaghetti allo scoglio

Gli spaghetti allo scoglio di casa mia :)

E con gli spaghetti allo scoglio anche oggi un ennesimo primo di mare, buonissimo, che mi riporta alla mia Sardegna. Al Poetto, il litorale di Cagliari, fino a qualche anno fa c’erano dei piccoli ristoranti che preparavano solo specialità di mare, qualcosa di veramente fantastico (non fosse per la sporcizia che lasciavano) dove si poteva gustare il pesce fresco, appena pescato e subito cotto. I piatti erano buonissimi, e gli spaghetti allo scoglio erano qualcosa di divino. Poi sono cambiate le giunte comunali, sono cambiate le concessioni e hanno tolto tutto, peccato, era anche un ottimo richiamo per i turisti. Comunque, questa è la ricetta che mi diede a suo tempo uno di questi ristoratori, con il quale avevamo stretto un po’ di amicizia (quell’amicizia che ci può essere tra uno che vende e uno che compra :P ) . Ovviamente più gli ingredienti saranno freschi, più gli spaghetti allo scoglio saranno buoni!

Ingredienti per 4 persone:

  •  300 gr di spaghetti;
  • 500 gr di cozze;
  • 500 gr di vongole (fate spurgare nell’acqua salata per almeno una notte intera in modo da far perdere loro i residui di sabbia);
  • 10 gamberoni;
  • 300 gr di gamberetti sgusciati;
  • 300 gr di seppioline;
  • 10 pomodori pachino (se vogliamo farla rossa, io oggi l’ho fatta bianca);
  • prezzemolo tritato q. b. ;
  • 1\2 bicchiere di vino bianco secco;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 2 cucchiai di olio e. v. di oliva;
  • sale e peperoncino q. b.

Preparazione:

In un tegame capiente mettiamo le vongole con un cucchiaio di olio, il peperoncino e lo spicchio dell’aglio. Copriamo con un coperchio e mandiamo tutto a fuoco vivo, finché le vongole non si apriranno. Una volta aperte aggiungiamo il vino e anche le cozze e facciamo aprire anche loro.

Aggiungiamo adesso anche i gamberoni, le seppioline tagliate a pezzetti e i pomodori tagliati in 4 (se abbiamo deciso di farla rossa). Facciamo cuocere il tutto per circa 10 minuti a fuoco medio. Le cozze, durante la cottura rilasceranno la oro acqua, importantissima per la perfetta riuscita del piatto.

Durante gli ultimi 2 minuti di cottura aggiungiamo i gamberetti sgusciati.

Finito di cuocere spegniamo e teniamo in caldo coprendo con un coperchio.

Cuociamo i nostri spaghetti al dente, togliendoli circa 2 minuti prima e facendoli saltare, per il tempo di cottura restante, insieme al condimento, a fiamma viva, mescolando e spolverando con il prezzemolo tritato.

Impiattiamo singolarmente, decoriamo con le cozze e le vongole ancora con le valve e serviamo.

I nostri spaghetti allo scoglio sono pronti.

Buon appetito!

Variante per gli spaghetti allo scoglio.

  1. L’unica variante che conosco io per gli spaghetti allo  scoglio è quella di farli con o senza il pomodoro, quindi bianchi o rosati. Diversamente la principale variante che pratico è quella di fare formati di pasta che non siano spaghetti ;)
Pasta allo scoglio di michela (2)

E quando gli spaghetti non ci sono, anche altri formati vanno più che bene!

 

 

 

I Commenti sono chiusi

Seguiteci su
Calendario
agosto: 2019
L M M G V S D
« feb    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031