Ravioli monoporzione ricotta spinaci e uovo

Ravioli monoporzione di Masterchef

Ed ecco il raviolo monoporzione del grande chef Valentino Marcattilii riprodotto da Erika!

Ravioli monoporzione, che nome altisonante :) Oggi vi presento un piatto definito di “alta cucina”. Io sono un’appassionata di MasterChef , e ho scoperto con piacere che anche alcuni miei contatti ed amici lo seguono con la mia stessa passione. Un giorno nelle cucine del programma è approdato il grande chef Valentino Marcattilii, uno dei cuochi più bravi e famosi d’Italia. Insomma, durante una sfida uno dei concorrenti sceglie, come prova, di riprodurre un piatto che lo chef serve abitualmente nel suo ristorante, un raviolone gigante da 40 euro. Al solo vederlo mi sono subito promessa che lo avrei provato, che quel raviolone doveva al più presto stare nel menù del mio pranzo. Certo, io di cose me ne prometto tante, poi con le bambine mi viene un pochino in salita realizzare quello che desidero, anche se piccolo piccolo come un raviolone.

Ed ecco che un giorno, con la mia solito sfacciata fortuna, cosa mi approda nella bacheca del gruppo? Una bellissima foto del raviolone che volevo fare io :) Così eccomi a presentarvelo, anche se non sono stata io a farlo. A chi devo la possibilità di metterlo nel blog prima che siano passati i mesi? Ovvio. A Erika Sanna, una delle mie cuochine preferite :) La particolarità di questi ravioli è che al loro interno vi è un tuorlo che deve rimanere crudo, per cui la difficoltà e la precisione nella loro preparazione è abbastanza elevata. Che dire ancora, buon lavoro a tutti :)

Ingredienti per 4 persone:

Per i ravioli:

  •  pasta all’uovo guardate qui (vi si aprirà una pagina differente, non perderete questa :) )

Per il ripieno:

  • 500 gr di spianaci puliti;
  • 300 gr di ricotta vaccina;
  • un pizzico di noce moscata;
  • 4 tuorli;
  • parmigiano a piacere;
  • sale q.b.

Per finire il piatto:

  • 100 gr di burro;
  • una spolverata di tartufo (se piace, altrimenti il parmigiano andrà benissimo);
  • sale e pepe q. b.

Preparazione:

In primo luogo dobbiamo preparare la pasta all’uovo.

Mentre riposa per 30 minuti in un posto fresco e asciutto, facciamo saltare in padella gli spinaci con un goccio di olio e un pizzico di sale. (Io di sale non ne metto mai)

Non appena si saranno ammollati scoliamoli e schiacciamoli in modo che perdano la maggior parte di acqua possibile (io addirittura li strizzo con le mani).

Versiamo nel mixer la ricotta, la noce moscata, il parmigiano, gli spinaci, un pizzico di sale e amalgamiamo il tutto.

Mettiamo a bollire l’acqua per cuocere i ravioli in un tegame largo e alto, invece che in una normale pentola, in modo da non avere poi problemi per ripescarlo, rischiando di tagliarlo.

Adesso stendiamo la nostra pasta. Teniamo conto che i ravioli dovranno cuocere nel giro di 2 minuti e mezzo al massimo, quindi dovrà essere finissima, e non dimentichiamo mai che, una volta messe insieme la parte superiore e quella anteriore, la grossezza del bordo raddoppia. Non dimentichiamoci anche che per una realizzazione a regola d’arte, i mega-ravioli devono occupare il piatto singolo in cui vengono serviti.

Tagliamo sezioni di pasta circolare che diventeranno le due parti dei nostri ravioli. Scontato dirlo, ma ve ne serviranno 8. Posiamole su un piano infarinato, in modo che evitino di attaccarsi. Ora, con un cucchiaio, riempiamo la parte centrale di 4 porzioni circolari di ravioli, con la ricotta e gli spinaci amalgamati in precedenza nel mixer.

Una volta riempiti tutti e 4 prendiamo le 4 uova e, ad una ad una, dividiamo tuorlo da albume, cercando di lasciare il tuorlo il più pulito possibile. Mettiamo quindi ogni tuorlo sopra ogni ripieno, dopo avergli fatto un pochino di spazio al centro esatto.

Con estrema delicatezza prendiamo ora, ad uno ad uno, le 4 porzioni di ravioli vuote e adagiamole sopra le porzioni con il ripieno. Questo passaggio dev’essere fatto con tantissima attenzione, per non spaccare il tuorlo. Bagniamo con un pennellino intinto nell’albume i bordi delle porzioni che rimangono in basso e, cercando di non incorporare aria all’interno dei ravioli, attacchiamo i bordi pigiandoci sopra con il dito (ma anche con i dentini della forchetta).

Aiutandoci con una schiumarola mettiamo i ravioli nell’acqua bollente, (vanno cotti singolarmente) facciamoli cuocere per non più di 2 minuti e mezzo altrimenti si cuocerà il tuorlo e il risultato sarà 4 ravioli con un tuorlo sodo al centro, quindi, sempre con l’aiuto della schiumarola, togliamolo e adagiamolo nel piatto.

Mentre cuociamo i nostri ravioli cominciamo a preparare il burro nocciola. Il procedimento è il seguente : In un pentolino antiaderente facciamo sciogliere il burro lentamente. Una volta fuso filtriamolo e scaldiamolo ancora. Ripetiamo finché non prenderà un bel color nocciola. Attente però perché non lo dobbiamo bruciare, quindi meglio farlo più chiaro che perderlo definitivamente ;)

Man mano che i ravioli son cotti e li avremo adagiati sul piatto, versiamoci sopra un po’ di burro nocciola, spolveriamolo con il tartufo e serviamolo.

Se tutto sarà stato fatto correttamente, al taglio l’uovo crudo andrà a fondersi con il burro nocciola e il tartufo, formando una crema appetitosissima :)

Buon appetito!

 

Ravioli monodose di Masterchef

Ed ecco la magia! Brava Erika!!!!! Muoio d’invidia ;P

 

 

I Commenti sono chiusi

Seguiteci su
Calendario
aprile: 2019
L M M G V S D
« feb    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930