Pesto alla genovese ricetta classica

Pesto alla Genovese

La foto è assolutamente reperita in rete, perché la ricetta tradizionale dice che bisogna utilizzare un mortaio di marmo, io invece sono fornita solo di un mortaio di legno :P

Il pesto alla genovese è un condimento che utilizzo veramente spesso. Maria ne va matta, ed io, siccome la sua preparazione non è troppo difficile, mi diletto a farlo in casa volentieri. Una cosa mi sento di dirvi però, il basilico dev’essere veramente freschissimo, altrimenti non uscirà buono, ma avrà il sapore di un pesto con i conservanti comprato al supermercato. Per chi volesse cimentarsi con il mortaio di marmo, quella che vi metto è la ricetta classica, se invece avete sempre fretta come me, un un mixer uscirà comunque buonissimo (meno verde, devo ammettere, perché li ho fatti in entrambi i modi e ho notato questa differenza, ma di gusto identico :) )

Pesto alla genovese ricetta classica

Ingredienti per condire circa 500 gr di pasta:

  • 50 gr di foglioline freschissime di basilico;
  • 1/2 bicchiere di olio e. v. di oliva;
  • 6 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato e 2 di Pecorino;
  • 2 spicchi di aglio;
  • 1 cucchiaio da cucina di pinoli (senza il guscio ovviamente);
  • qualche grano di sale grosso.

Preparazione:

Per fare il vero pesto alla genovese occorrono un mortaio di marmo e un pestello di legno.

Laviamo bene il basilico in acqua fredda e mettiamolo a sgocciolare su un canovaccio per qualche minuto.

Mentre il basilico si asciuga cominciamo a pestare gli spicchi di aglio. Aggiungiamo qualche grano di sale grosso e continuiamo a pestare (che poi non è che dobbiamo veramente pestare, più che altro è necessario schiacciare con decisione roteando il polso).

Adesso è arrivato il momento di aggiungere le foglioline di basilico, a poco a poco. Il movimento è sempre quello rotatorio.

Quando il basilico avrà cominciato a rilasciare quel liquido verde brillante caratteristico del pesto, significa che è arrivato il momento di aggiungere i pinoli.

Dopo aver amalgamato bene i pinoli arriva il turno del formaggio. Amalgamiamo ancora con il classico movimento rotatorio e in ultimo mettiamo l’olio, che darà al nostro composto un aspetto cremoso.

Amalgamiamo ancora per un 1 minuto circa et voilà :) Il vostro pesto è pronto.

Se siete come sono io, dopo la prima volta della buonissima ricetta tradizionale e conseguente slogatura del polso, andrete ogni volta a comprarlo pronto o deciderete di utilizzare il mixer.

Varianti per il pesto alla genovese:

  1. Una buona alternativa ai pinoli sono le noci, quindi, un cucchiaio da cucina di noci già sgusciate e spezzettate.
Farfalle al pesto

Le nostre farfalle con il pesto e il parmigiano :)

 

  1. Rigatoni al pesto alla genovese

    Le nostre mezze maniche con il pesto fresco :)

     

     

     

     

 

I Commenti sono chiusi

Seguiteci su
Calendario
marzo: 2019
L M M G V S D
« feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031