Panada agnello e patate

Panada agnello epatate

Ed ecco la panada ancora chiusa :) Grazie a zia Paola per la meravigliosa foto :)

La panada è un piatto tipico sardo, e sono delle buonissime torte salate con ripieni di vario genere. Nell’antichità, si parla delle panada già nell’epoca nuragica, si preparavano con le anguille ed era ritenuto un piatto povero, poi con il passare dei secoli, si è imparato ad adeguare il ripieno non solo secondo il gusto del pescatore, ma anche secondo il gusto del contadino e dell’allevatore, quindi sono nate la panada con le verdure (buonissima quella con i carciofi) e quelle con la carne, ed è proprio di quella con l’agnello e le patate che oggi vi voglio parlare. In Sardegna ci sono 2 paesi che vantano i natali della panada, uno è Assemini e l’altro è Oschiri. Qualunque sia la vera “città natale” lascio a loro le lotte e le rivendicazioni, io preferisco mangiarmela che pensare a dove per prima è stata preparata ;) E anche a voi consiglio assolutamente di provarla, perché è veramente ottima, sia che la vogliate fare di pesce, di verdure o di carne ;) Pronti?

Ingredienti per una panada di circa 22-24 cm di circonferenza:

Per la panada:

  • 750 gr di semola di grano duro;
  • 170 gr di strutto ;
  • acqua tiepida q.b. ;
  • un pizzico di sale fino.

Per il ripieno:

  • 1 kg di carne di agnello;
  • 1 kg patate farinose;
  • 10 pomodori secchi;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • 1 mazzetto di prezzemolo da tritare;
  • 2 cucchiai di olio e. v. di oliva;
  • sale e pepe q. b.

Preparazione:

Sbucciamo le patate e tagliamole a tocchetti insieme alla carne e teniamole da parte.

Tritiamo i pomodori secchi, l’aglio e il prezzemolo e mettiamoli in un contenitore capiente e fondo. Aggiungiamo l’olio, il sale e mischiamo bene il tutto.

Versiamoci sopra la carne con le patate, mischiamo e lasciamo riposare coperto da un canovaccio in frigo, per tutto il tempo della preparazione della pasta.

Impastiamo adesso la semola con lo strutto, aggiungendo piano piano l’acqua tiepida salata.

Lavoriamo bene l’impasto fino a farlo diventare elastico e liscio, senza nessun grumo. Diamogli ora la forma di una palla e mettiamolo a riposare dentro un contenitore di plastica, coperto da un canovaccio per almeno 30 minuti in un posto fresco.

Passato questo tempo riprendiamo la nostra palla e dividiamola in 2 pezzi differenti. Il primo pezzo sarà 2/3 della palla e il secondo pezzo solo 1/3.

Con lo strutto ungiamo la nostra teglia, quindi stendiamo l’impasto più grande, lasciandolo di uno spessore di almeno 5 millimetri, e foderiamo la teglia fin su, facendo sbordare l’impasto, che utilizzeremo alla fine per unire il coperchio.

Ora versiamo l’agnello con le patate e il condimento e con una forchetta livelliamo bene.

Ora stendiamo la pasta restante, lasciandola sempre di uno spessore di 5 millimetri e posizioniamola a mo di coperchio.

Ora arricciamo il coperchio con l’impasto che sbordava, pizzicandolo per bene in modo che si saldi.

Cuociamo la nostra panada in forno preriscaldato a 200° per almeno 1 ora e 1/2. Controllare se è cotta è facilissimo, basterà prendere la teglia e scuoterla un pochino, se il ripieno si muoverà liberamente allora è cotta, diversamente dovrà stare ancora nel forno.

Nel caso durante la cottura il coperchio si dovesse colorare troppo mettiamoci sopra, a schermare, un pezzo di carta stagnola e continuiamo con la cottura.

Una volta cotta togliamola dal forno, lasciamola stemperare un pochino e serviamola aprendo il coperchio con un coltello oppure tagliandola a fette.

Buona panada a tutti!

Panada agnello e patate aperta

Ed ecco la panada di zia Paola aperta! Che bontà!!!!!

I Commenti sono chiusi

Seguiteci su
Calendario
agosto: 2018
L M M G V S D
« feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031